IL PESCE COSTRUISCE MUSCOLI

 
Uno dei cibi con più alto contenuto di grassi salubri.
 
Il pesce costituisce la proteina animale più idonea per l'alimentazione. Non solo è più digeribile della carne, ma contiene in misura notevole gli acidi grassi essenziali della serie omega 3, nella forma più assimilabile di EPA e DHA. Proprio per questo si può parlare per il pesce di efficacia curativa nei confronti di numerose malattie infiammatorie e contro l'eccesso di colesterolo "cattivo" LDL. L'ideale sarebbe mangiare il pesce tre volte alla settimana, comunque almeno due volte. Per quanto sia un alimento estremamente salutare, evitate di consumarlo tutti i giorni (ma questo vale per tutti gli alimenti). Non tutto ciò che vive nel mare è pesce. Non tutto il pesce è ugualmente efficace. Occorrono perciò alcune avvertenze perché questo prezioso alimento sia veramente un nostro alleato nella prevenzione e cura delle malattie. Cercherò di dare qualche consiglio pratico.
Preferite i pesci dei mari freddi (aringa, salmone ecc.), ma anche pesce azzurro del Mediterraneo e pesci d'acqua dolce come trota, ecc. Comunque anche gli altri pesci sono validi per l'alimentazione.
Attenzione alle intolleranze. Non esiste (o è rarissima) un'intolleranza generale verso il pesce. Esistono piuttosto intolleranze individuali verso singoli pesci. Ciascuno deve osservare con attenzione le proprie reazioni dopo aver mangiato del pesce, per individuarle, se ci sono.
Come valore alimentare sono da accomunare ai pesci i molluschi bivalvi, tipo cozze e soprattutto vongole, che sono ricchissime di omega 3. Non sono altrettanto validi i grandi molluschi marini come polpi, seppie o calamari, che devono essere consumati in piccola quantià e non frequentemente.
Curate che il pesce sia fresco o, se surgelato, che la catena del freddo che lo conduce a voi sia efficace.
Non cuocetelo troppo e usate un calore basso. L'ideale è cuocerlo al vapore, al cartoccio, in umido. Più cautela con il pesce al forno non al cartoccio (tenete bassa la temperatura del forno), con il pesce alla piastra. Evitate il pesce fritto, anche con olio fresco.

In genere le icone per i Body builder sono pollo e carne di manzo. Il pesce è poco considerato, tranne per le scatole al naturale di Tonno. Il pesce invece va preso in seria considerazione, sia perchè stimola la crescita muscolare, sia per i benifici che dona alla salute.
Il pesce è magro, molto magro, offre lo stesso tenore di proteine, ma con meno grassi, della carne. Inoltre, i grassi presenti sono salutari, i cosidetti acidi grassi Omega 3 e omega 6.
I grassi del pesce, una volta ingeriti, vengono principalmente utilizzati in determinati processi fisiologici e solo al termine di questi processi, tendono ad esercitare un effetto sull'accumulo di adipe.
I processi sono, ad esempio, la conservazione delle riserve di glutammina (che previene la perdita di massa muscolare), la produzione di ormone della crescita e la formazione di glicogeno (la benzina del corpo umano). Per quanto riguarda il glicogeno, i grassi del pesce aiutano a convogliare i carboidrati nei muscoli, stimolandone la crescita e ostacolando l'accumulo di grasso . Il meccanismo è semplice, quando le scorte di glicogeno aumentano, quelle di grasso diminuiscono in modo proporzionale. Il pesce, inoltre, è molto ricco di sali  minerali tra cui: IODIO (stimola il funzionamento della tiroide), CROMO e ZINCO. Tutti minerali amici dei culturisti.
Infine il pesce è alquanto digeribile! Consumate pesce di stagione, costa meno!

TABELLA NUTRIZIONALE
Grammi di omega3 - EPA e DHA per 100 grammi di alimento al netto
Sardine fresche 4,08
Anguilla d'allevamento, filetti 3,56
Tonno fresco 2,95
Aringa fresca 2,10
Salmone fresco 2,08
Sgombro o maccarello fresco 1,99
Orata fresca d'allevamento, filetti 1,41
Cefalo muggine 1,28
Sardine sott'olio sgocciolate 1,27
Spigola d'allevamento, filetti 1,26
Tonno, ventresca in salamoia 1,22
Storione 1,02
Acciuga o alice, fresca 0,79
Salmone affumicato 0,78
Aragosta fresca 0,69
Orata fresca, filetti 0,67
Trota 0,65
Trota iridea d'allevamento, filetti 0,54
Sogliola fresca o surgelata 0,54
Polpo 0,40
Cozze 0,38
Gamberi sgusciati surgelati 0,34
Spigola 0,29
Merluzzo surgelato 0,18
Tonno sott'olio 0,17
Merluzzo fresco 0,11
 
Per raggiungere i livelli di omega-3 che la moderna cardiologia consiglia per prevenire o curare malattie cardiovascolari (tra cui l'infarto), che sono di circa tre volte superiori a quanto indicato fino a poco tempo fa, alimentarsi con pesce va benissimo, ma non basta. Ne dovremmo mangiare quantità molto elevate tutti i giorni, e ciò non è possibile o auspicabile. Fortunatamente, oggi abbiamo integratori ad altissimo livello e basso costo, che possono aiutarci a raggiungere i livelli quotidiani ideali di omega-3.

Commenti

Post popolari in questo blog

Integratori efficaci contro l'artrosi

Cacao e tè verde, preziosi aiuti per la salute