Celiachia o allergia al glutine?

Dieta senza glutine


Oggi, purtroppo, ci sono tante persone che, pur non essendo celiache, sono comunque affette da una intolleranza o allergia al glutine.
Ma quali sono le differenze tra le due patologie e qual è la terapia?
Per analizzarle è opportuno chiarire che sia la malattia celiaca che la “non ciliac gluten sensitivity” (NCGS) sono fondamentalmente diverse dall’allergia al glutine. La malattia celiaca non è un’allergia alimentare ma una malattia autoimmune, che causa un’intolleranza permanente alla gliadina che è il componente del glutine (la proteina del frumento).

La differenza è che l’allergia crea una ipersensibilità di tipo 1 che produce una diversa risposta immunitaria nel corpo rispetto a una intolleranza o ad una malattia autoimmune come la celiachia.

I sintomi
L’allergia al glutine e al frumento porta sintomi simili alle solite reazioni allergiche come orticaria, catarro, lacrimazione, dolore allo stomaco ed in certi casi eccessiva perdita di peso. L’allergia al glutine può essere diagnosticata con un test allergene come qualsiasi allergia alimentare.
La celiachia porta sintomi correlati al malassorbimento del cibo che causa quindi diarrea, crampi e gonfiore addominale, malnutrizione che può causare, tra l’altro, perdita di peso negli adulti, crescita insufficiente nei bambini, anemia e malattie delle ossa. Per la diagnosi sono necessarie un’endoscopia e una biopsia intestinale.

La terapia
Sia per l’allergia che per la celiachia, la terapia comune è quella di abbracciare una dieta senza glutine.

Dieta senza glutine
Quando le persone affette da celiachia seguono una dieta senza glutine, la membrana intestinale gradualmente si ripara in modo spontaneo e riprende la normale funzionalità. Le persone affette, cambiando il loro stile di vita, riescono a guarire facendo sparire da soli i sintomi della malattia.
Il glutine si trova nei seguenti cereali: frumento, farro, avena, segale, spelta, orzo,  kamut, triticale, bulgur e cous-cous. Questi cereali, pertanto, vanno assolutamente evitati dai celiaci, così come vanno evitate le preparazioni, anche farmaceutiche, che contengono il glutine sotto forma di addensante e di pasta per amalgamare i prodotti. Quindi farine, pane, cereali da colazione, pasta, pizza, pasticcini, torte e biscotti e altri prodotti analoghi sono da evitare assolutamente. 
I cereali che naturalmente sono privi di glutine sono: riso, mais, grano saraceno, miglio, amaranto e  quinoa.
Seguire una dieta senza glutine è una cosa complicata, dato che questo nutriente si trova in tantissimi alimenti e molti cereali vengono spesso utilizzati in tantissimi modi (ad esempio sono contenuti nelle salse come Ketchup, pasta ma anche alcuni prodotti a base di carne come salsicce e hamburger.
Il riso, il mais, le patate e il granoturco non contengono il glutine.
Grazie alla tecnologia alimentare, oggi fortunatamente sono disponibili tantissimi prodotti senza glutine per le persone che soffrono di allergia. Si possono trovare sul mercato anche alcuni integratori, garantiti dai produttori senza glutine, come WHEY TEK GLUTEN FREE by ANDERSON ai gusti CACAO FRAGOLA VANIGLIA sul sito www.vitamaker.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Integratori efficaci contro l'artrosi

Cacao e tè verde, preziosi aiuti per la salute