Come tenere sotto controllo i trigliceridi

http://www.vitamaker.it


Quali alimenti evitare o moderare, per tenere sotto controllo i trigliceridi

Mantenere un basso livello di trigliceridi, è estremamente importante per la salute cardiovascolare. Spesso si crede che per non far innalzare i trigliceridi nel sangue, sia necessario eliminare o moderare l'assunzione di cibi contenenti grassi saturi. E' vero ma non basta. Infatti, anche gli zuccheri o carboidrati ricchi di amidi, se assunti in eccesso, vengono trasformati in trigliceridi. Quindi molta attenzione alla dieta.

Verdure ricche di amidi
Quando bisogna tenere sotto controllo i trigliceridi, alcune verdure sono migliori di altre. Importante è limitare la quantità di quelle ricche di amido, come mais e piselli. In questo modo, il corpo non convertirà l'amido in eccesso in trigliceridi. Ci sono tantissime altre opzioni vegetali tra cui scegliere.

Limitare la frutta
Non c'è dubbio: la frutta fa molto bene. Sostituire un ricco dessert con della frutta è un'ottima scelta. Ma quando si hanno alti livelli di trigliceridi, bisognerebbe limitarsi a non più di 2-3 porzioni di frutta al giorno. In questo modo, non si convertiranno in trigliceridi troppi zuccheri contenuti naturalmente nella frutta. Per quanto riguarda la frutta secca, intesa come frutta disidratata, è importante ricordare che le porzioni devono essere molto più piccole.

Attenzione all'alcol
Generalmente si sostiene che un po' di alcol faccia bene al cuore. Da anni si dice che una piccola dose di vino ai pasti aiuti a tenere pulite le arterie. Ma troppo alcol può innalzare deisamente i livelli di trigliceridi. Questo a causa della quantità di zuccheri che sono naturalmente contenuti nell'alcol, che si tratti di vino, birra o liquori. Troppo zucchero, da qualsiasi fonte provenga, può essere un problema. Se i livelli di trigliceridi sono molto elevati, potrebbe essere necessario non bere affatto bevande alcoliche.

Cocco e derivati
Il cocco è un ottimo frutto. E' molto frequente trovare i suoi derivati, specialmente l'olio di cocco, in numerosissimi alimenti preconfezionati. Alcuni dicono che il cocco apporti benefici alla salute, ma è anche ad alto contenuto di grassi saturi, che possono innalzare il livello dei trigliceridi. Quindi leggere bene le etichette prima di acquistare cibi confezionati.

Cibi ricchi di carboidrati
Mangiando troppa pasta, patate, riso e altri cereali, il corpo li può trasformare in trigliceridi. È certamente possibile alimentarsi con questi cibi, ma naturalmente bisogna stare molto attenti alle quantità, che possono essere determinate da un medico, meglio se dietologo.

Bevande zuccherate
Molto zucchero può derivare dalle diffusissime bevande zuccherate. Bevendo tè freddo dolce, succo di frutta, aranciate, cole e bibite varie, aumenta in modo esagerato lo zucchero che il vostro corpo deve gestire. E' molto facile che uan buona quantità di questi zuccheri venga trasformata in trigliceridi. Quindi, quando si stanno limitando le quantità zucchero, bisogna ricordarsi di fare attenzione alle bevande zuccherate.

Miele
Si può pensare che il miele sia più sano o più naturale dello zucchero raffinato. Sicuramente è così ma, come lo zucchero, può aumentare i livelli di trigliceridi. Quando si lavora per abbassare i trigliceridi, bisogna ridurre i dolcificanti zuccherini su tutta la linea, anche se non sono zucchero da cucina.

Prodotti da Forno
A causa dei trigliceridi alti, si dovrebbero limitare i grassi saturi nella dieta. Quindi anche i prodotti di pasticceria che, generalmente, sono ricchi di burro. Eliminare completamente i prodotti contenenti grassi idrogenati, estremamente dannosi per la salute. Controllare sempre l'etichetta sulle confezioni.

Carni ad alto contenuto di grassi
A meno che non si sia vegetariani, non è necessario rinunciare completamente alla carne, anche avendo i trigliceridi alti. Ma si dovrebbero scegliere tagli magri ed eliminare il grasso visibile. La carne contiene grassi saturi, così è bene limitarla se si vuole evitare che i livelli di trigliceridi salgano sempre più.

Burro e margarina
Per la cottura di carni e verdure o come condimento, utilizzate quanto più possibile l'olio di oliva in sostituzione del burro, che può apportare troppi grassi saturi. Evitare assolutamente la margarina, fonte di grassi idrogenati.

Preferire cibi e integratori contenenti acidi grassi omega-3, che sono in grado di tenere a bada molto bene i trigliceridi.

A cura di vitamaker.it


Commenti

Post popolari in questo blog