Yoga per allungare la schiena

Questa posizione yoga, Paschimatanasana o stiramento posteriore, sembra facile ma non deve trarre in errore. Chi è particolarmente rigido avrà inizialmente difficoltà a eseguirla bene.




Ma lo yoga è una disciplina che permette gradualità di esecuzione. Quindi, con un po' di tempo e pazienza, si otterranno ottimi risultati di flessibilità. Si può partire da sdraiati sul dorso (supini) o già dalla posizione seduta, come ci illustra perfettamente nel video Michela, Personal Trainer di Saluteinmovimento.com.
Espirando lentamente, piegarsi in avanti fino ad afferrare le punte dei piedi con le mani. Attenzione a non piegare o alzare le ginocchia. Se non si riuscisse a prendere le punte dei piedi, afferrare le caviglie o le gambe. In ogni caso, l'obiettivo finale deve essere quello di afferrare le punte dei piedi, tenendo le gambe allungate e tese completamente. I più dotati, o coloro i quali si impegneranno con più volontà, potranno riuscire nel tempo a toccare le ginocchia con la faccia. Questa distensione creerà una sensibile curva alla colonna vertebrale lombare. Durante la posizione respirate molto lentamente. Cominciate a tenere la posizione per 10 secondi. Nel tempo dovreste arrivare a 20 o 30 secondi, quindi tornate piano piano alla posizione seduta. A questo punto, inspirate profondamente, coricatevi sul dorso e rilassatevi. Pronti per un'altra posizione.

Commenti

Post popolari in questo blog