Esercizi per il rinforzo della cuffia dei rotatori


La spalla è l'articolazione con il più ampio grado di movimento. Questo permette i più svariati movimenti in libertà. Il rovescio della medaglia, però, è che per potersi permettere questi movimenti, l'articolazione risulta piuttosto debole e instabile.
In pratica, le strutture che la tengono letteralmente  insieme sono tessuti molli. In particolare, la forza e la stabilità le sono conferiti dalla nota cuffia dei rotatori, un insieme di 4 muscoli e relativi tendini. Si tratta di sovraspinato, sottospinato, piccolo rotondo e sottoscapolare. Più questi muscoli sono forti e più la spalla risulta stabile, evitando e prevenendo lussazioni. Si chiamano rotatori perché permettono la rotazione interna o esterna del braccio. Questi muscoli sono, per natura, piuttosto piccoli e deboli. Quindi, quando alleniamo la cuffia dei rotatori cerchiamo di utilizzare carichi moderati, altrimenti potremmo incorrere in infortuni anche importanti. Dare la prevalenza al rinforzo degli extrarotatori, perché gli intrarotatori sono generalmente bena allenati con altri esercizi per i pettorali e i dorsali.

Commenti

Post popolari in questo blog

Integratori efficaci contro l'artrosi

Cacao e tè verde, preziosi aiuti per la salute